Il Servizio civile: una strategia per favorire la permanenza nel territorio dei giovani Bellunesi

Il Servizio Civile rappresenta una importante occasione di formazione e di crescita personale e professionale per i giovani (dai 18 ai 28 anni), indispensabile e vitale risorsa per il progresso culturale, sociale ed economico del Paese. 

E’ un impegno per gli altri ma anche una occasione per crescere confrontandosi, un modo per conoscere diverse realtà, per sperimentare una crescita professionale e una esperienza utile per avvicinarsi al mondo del lavoro. Enti, associazioni/cooperative no profit possono usufruire dell’entusiasmo di un giovane formato per un tempo corrispondente ad un part time e con una spesa minima annuale di 800 – 1000 euro, mentre il ragazzo avrà dallo stato un contributo mensile.

I

n una recente ricerca promossa dalla Comunità Montana e dal CSV si è osservato come la maggior parte dei ragazzi frequentanti il servizio civile poi permangono nel proprio territorio ma non solo: circa il 70% trova lavoro avvalendosi delle competenze acquisite durante l’anno di servizio civile e di questi il 40% è assunto nello stesso ambito.

Ad oggi sono circa 70 i ragazzi coinvolti annualmente in questa esperienza in Provincia ma dal 2020 è possibile arrivare fino a 1000 progetti. Le spese di selezione, progettazione e formazione dei progetti sono sostenute per metà dagli enti/associazioni che parte dal CSV parte dalla comunità montana di Feltre .

Proposta: sostenere l’implementazione dei progetti di servizio civile venendo incontro alle spese per la formazione-selezione e progettazione sostenute dal CSV e dalla Comunità Montana Feltrina; promuovere una certificazione delle competenze non tecniche a fine del progetto per ciascun ragazzo.

Impegno economico:dai 40000 

Progetto promosso da:Centro di Servizio per il volontariato della provincia di Belluno, Comitato d’Intesa tra le associazioni volontaristiche della provincia di Belluno, Unione Montana Feltrina, Cooperativa sociale Portaperta Onlus scs